Capelli danneggiati: come curarli e prevenire i danni

Mantenere i capelli in perfetta salute non è cosa semplice, anche perché le minacce si nascondono dietro quelle che sembrano abitudini innocue. Se state leggendo queste righe, è certamente perché anche voi vi siete trovate ad accarezzare i vostri capelli e a non sentirli setosi, morbidi e nutriti come vorreste. Oppure perché volete usare i nostri preziosi consigli per evitare che i vostri capelli soffrano.

Scopriamo insieme quali sono le cause principali dei capelli danneggiati e le insidie che minacciano la vostra chioma e gli errori da evitare: i vostri capelli vi ringrazieranno!

Capelli danneggiati dal calcare

La salute dei capelli parte dai piccoli gesti quotidiani.
La vostra attenzione deve iniziare addirittura da quello che può apparire il trattamento più banale: il lavaggio.

L’acqua, infatti, può essere un elemento che fa la differenza, perché se contiene troppo calcare, se è troppo “dura”, può spegnere la brillantezza della vostra chioma e renderla meno setosa e vivace: questo perché i capelli a scaglie aperte assorbono maggiormente il calcare che si deposita al loro esterno.

Ma è il risultato anche di un’eccessiva quantità di rame, calcio e magnesio presente nell’acqua del rubinetto, che danneggia le proteine del capello, rendendolo più debole.

Quali accorgimenti adottare? Per le più drastiche tra di voi, una soluzione alla radice potrebbe essere l’acquisto di un addolcitore di acqua, che la depuri da questo elemento.

Oppure, effettuare l’ultimo risciacquo con una miscela di acqua demineralizzata (per intenderci, quella che si usa per stirare) e aceto di mele (un cucchiaio ogni mezzo litro, non di più).
Dopo questo risciacquo acido, è fondamentale non sciacquare ulteriormente i capelli, per non vanificarne l’effetto riparatore.
State tranquille, dopo l’asciugatura, non avvertirete alcun odore sgradevole!

Se, però, preferite un profumo più soft ed un effetto davvero sorprendente, potreste pensare di fare un salto in salone per provare la Piega Gloss: i benefici del Parfume Gloss e del 10+ e il loro inimitabile profumo vi sorprenderanno!

Capelli danneggiati dal calore

Uno dei nemici numero uno dei vostri capelli è il calore: phon, piastra e altri “strumenti del mestiere” sono certamente alleati preziosi per ottenere la piega dei vostri sogni, ma un loro uso eccessivo o, peggio, sbagliato, può, alla lunga, portare a risultati spiacevoli sia per la salute della fibra capillare che per l’aspetto generale della vostra chioma.

Le temperature troppo alte disidratano il capello e ne elettrizzano lo stelo, causando un assottigliamento del fusto: in poche parole, il capello si indebolisce e risulta crespo e difficile da domare.
Quindi, il phon, che è un mezzo fondamentale per la cura e il mantenimento della salute dei vostri capelli, merita la massima attenzione, sia nella scelta di quello più adatto alle vostre esigenze, che nel suo impiego
Sapete che l’asciugatura ideale sarebbe quella naturale, ma sapete, allo stesso modo, che non è sempre possibile.

Scegliete un phon agli ioni che vi consentirà di asciugare più in fretta la vostra chioma e, quindi, attenuare le conseguenze delle temperature alte e, soprattutto, contrasterà l’elettricità statica, causa primaria dell’effetto crespo, vero incubo di tutte.
Abbinate al phon giusto l’utilizzo di pettini e spazzole in legno e setole naturali, perché quelle in acciaio o alluminio si surriscaldano e tendono a bruciare le fibre.
E, dopo il lavaggio, prima dell’asciugatura, tamponate i capelli bagnati con un panno in microfibra, che li coccoli privandoli dell’umidità in eccesso eprima di sottoportli al calore del phon.

E la piastra? Anche lei è sulla lista nera, se la utilizzate troppo spesso e a temperature troppo elevate.

Se non volete rinunciare ai capelli lisci, vi basterà proteggerli con un termoprotettore, uno degli effetti del nostro Acqualuce 10+: uno spray che deve il suo nome alle dieci (avete capito bene, ben dieci!) azioni in cui si rivela davvero vincente.
Applicatelo sui capelli umidi e, non solo la vostra piega risulterà perfetta, ma i vostri capelli verranno idratati, ristrutturati e protetti dal calore. Lo trovate in vendita in esclusiva in tutti i saloni Compagnia della bellezza.

CAPELLI DANNEGGIATI DAL COLORE

Basta cambiare una vocale, passando da calore a colore, et voilà: il danno è ancora dietro l’angolo.

Cambiare look spesso, per sfoggiare un colore sempre diverso, ma senza dare al capello il tempo di riprendersi, è, infatti, un vezzo che può presentare un conto salato da pagare: i capelli, stressati da trattamenti e prodotti aggressivi si ribellano e, come nel peggior incubo, si trasformano in paglia, spenti e, certamente, poco glamour.

Un rimedio tampone, per rivitalizzare almeno l’aspetto della chioma, è tutto naturale: un impacco a base di aceto di mele (mezzo bicchiere di aceto in un litro e mezzo di acqua) da versare o nebulizzare e lasciare in posa per una ventina di minuti, farà tornare lucentezza ai capelli e il sorriso a voi!

Volete coccolarvi un po’ di più?
Ecco due semplici “ricette” per ristrutturare i capelli danneggiati dalla tintura, che potete preparare a casa e godervi in tutta tranquillità!

Il prezioso succo di aloe (ne basteranno due foglie), unito a un bicchiere di birra e a un cucchiaio di olio di oliva creano una maschera in grado di compiere la magia di soli quindici minuti.
Siete amanti dell’avocado? Benissimo: la polpa di un frutto maturo, ammorbidito da un cucchiaio di olio di oliva o di germe di grano, è in grado di riaccendere i capelli più spenti. Lasciarlo in posa per un’ora, anche se può sembrare un lasso di tempo lungo, varrà la pena del sacrificio.

Capelli danneggiati dalla decolorazione

Impossibile trascurare un passaggio spesso fondamentale per ottenere il colore che desiderate, ma che, senza dubbio, può rappresentare un trauma per i vostri capelli: la decolorazione.

Questa fase delicatissima consiste nell’ossidazione distruttiva della melanina, ovvero di quella sostanza che dona il colore naturale ai vostri capelli, schiarendoli fino al punto che permetterà di rivestirli, successivamente, della tintura che preferite.
Ovviamente, più la base di partenza sarà scura e più la vostra chioma dovrà essere “spogliata”, per cui potranno essere necessarie più sedute di decolorazione per arrivare a un biondo particolarmente chiaro senza creare troppi traumi ai capelli.
Proprio per questo motivo è fondamentale rivolgersi ad un colorista di fiducia!

Per contrastare un effetto opaco e per nutrire un capello secco, è necessario curarlo con alcune dritte.
Innanzitutto, utilizzate sempre uno shampoo specifico per capelli decolorati; in secondo luogo, prima della messa in piega, proteggeteli sempre con un termoprotettore, che non li renda ulteriormente vulnerabili rispetto al calore di phon o piastra.

Le cure quotidiane per evitare capelli danneggiati

Se siete attente a tutte queste accortezze e volete continuare a mantenere splendida e in salute la vostra chioma, almeno una volta a settimana, nutrite i capelli con una maschera.

Il burro di karitè è prezioso sia per la pelle del corpo, che per i capelli: scioglietelo con dell’olio di oliva e lasciate in posa per mezz’ora, risciacquate e godetevi il morbidissimo risultato!

Se, però, i vostri capelli sono già rovinati e siete alla ricerca di un trattamento che possa salvarli e riportarli al loro naturale splendore, non potete non conoscere  Olaplex. Si tratta di un prodotto che agisce dall’interno, ricollegando i ponti di zolfo che ci sono all’interno del capello e che si sono rotti: proprio per questo, Olaplex non si ferma a dare una momentanea rinfrescata alla facciata dei vostri capelli, ma, piuttosto, ne ripara la struttura più profonda in maniera duratura e con il preziosissimo vantaggio di proteggere i vostri capelli anche in vista dei trattamenti futuri.

Olaplex è un “riconnettore dei ponti disolfuri” e agisce in tre fasi: nonostante i tre flaconi contengano lo stesso principio, per le prime due è fondamentale che siano i nostri hairstylist a intervenire, mentre, per la terza e ultima fase, potete procedere anche autonomamente a casa.

Infine, tagliare i capelli è un gesto di amore per la vostra chioma: non abbiate paura di alleggerirli, anche semplicemente eliminando le punte più secche e rovinate, quei due centimetri che, una volta andati via, non faranno sentire la loro mancanza.

Commenti

commenti