Quando colorare i capelli

Se vi state chiedendo quando colorare i capelli, sappiate che per tutte, chi prima chi dopo, arriva il fatidico momento di fare i conti con il primo irriverente capello bianco.
Un giorno allo specchio lo troverete lì, pronto a testimoniare gli anni che passano e qualche cattiva abitudine, come il fumo o un’eccessiva dose di stress accumulata negli anni.
Ma niente paura
Con il primo bagno di colore darete il via ad una simpatica abitudine, un gioco con la consapevolezza di se stesse e con le mille sfaccettature inesplorate della vostra bellezza.

Quando è il momento giusto per iniziare a colorare i capelli?

Ovviamente a spingervi verso il camaleontico mondo delle colorazioni, potrebbe essere non solo la necessità di frenare la comparsa dei capelli bianchi, ma anche la voglia di vedervi diverse e la curiosità di sperimentare.

Non esiste una regola, ogni donna è diversa e unica a modo suo.

Se però siete decise a scegliere la via del colore, e sapete già come scegliere il colore dei capelli non resta che documentarsi sulle tendenze del momento e, immancabilmente, chiedere al vostro parrucchiere di fiducia quale di questi risultati faccia maggiormente al caso vostro: al contrario, si rischia di andare incontro a risultati poco soddisfacenti e non duraturi.

La parola d’ordine, quando si tratta di colorare è: avere le idee chiare!

Largo alle colorazioni temporanee: i watercolor

E se si volesse una chioma colorata solo per un periodo di tempo limitato?

Oggi si può, optando per le tinture temporanee, che ci consentono di usare la colorazione come se fosse un cambio d’abito!
Sempre più spesso sono le giovanissime a farne di tutti i colori, dando carattere alle proprie chiome con colorazioni insolite come quelle della linea watercolor.
Possono permetterselo sia proprio per gli anni che hanno, sia perché oggi sono disponibili soluzioni temporanee e per nulla dannose, perfette, in generale, per chi voglia fare la pazzia di una sera (o di un paio di settimane) o, indecisa su quale gradazione scegliere, preferisca provare più nuances senza rischiare prese di posizione definitive.

Come Sailor Moon, quando tingere i capelli in base alla luna

Purtroppo, però, non è solo consultando qualche rivista che potrete essere certe del risultato: ecco perché alcune credenze hanno portato al mito della luna, che pare venga in soccorso delle donne, anno dopo anno, indicando i periodi migliori nei quali procedere alla trasformazione! La risposta esatta pare sia da ricercare nella fase crescente della luna, che si farebbe garante di una perfetta riuscita, tenuta e brillantezza della nuova tintura.
Assolutamente da evitare, al contrario, la fase lunare calante, che inciderebbe sulla durata del risultato.
Un bel problema, quindi, riuscire a far coincidere la data astrologicamente più favorevole e quella in cui la dispettosa ricrescita deciderà di farsi vedere.
Una valida soluzione potrebbe essere quella di assecondare non il calendario lunare, ma il calendario dei propri desideri, scegliendo quando colorare i capelli in base alle proprie emozioni e ai propri bisogni.
Sicuramente più comodo no?!

Ogni quanto colorare i capelli?

Decidere la tempistica giusta per colorare i capelli non è semplice! Non troppo presto, sovrapponendo tinta su tinta e stressando i capelli con trattamenti ravvicinati nel tempo, né ad intervalli troppo lunghi che porteranno i colore di base a venir fuori con prepotenza, attaccando inesorabilmente il vostro stile.
A seconda del risultato che si desidererà ottenere, infatti, la tempistica migliore va dalle quattro alle otto settimane tra una colorazione e l’altra: in questa fase soprattutto i capelli bianchi iniziano a ingrigire le radici, mentre per le colorazioni tono su tono, non molto dissimili dal colore naturale del capello, si potranno attendere anche un paio di mesi.

Tingere i capelli è dannoso per la salute?

La frequenza con cui intervenire sul colore può essere influenzata anche da valutazioni di altro genere, come il timore che un uso troppo intensivo di prodotti chimici possa risultare dannoso per la salute; infatti una delle domande più frequenti che ci si pone in fatto di colore è: “Tingere i capelli è dannoso per la salute?”. In effetti, essendo il capello un veicolo per l’assimilazione diretta del nostro organismo, purtroppo anche delle sostanze contenute in tali cosmetici, trattamenti non correttamente eseguiti o effettuati impiegando dosaggi scorretti potrebbero indebolire il capello o “infastidire” la cute.

Non scoraggiatevi però! Tutto questo era sicuramente più vero fino a qualche decennio fa, quando la tecnologia in fatto di colorazioni, non ancora sviluppata come oggi, rendeva il processo di colorazione molto aggressivo. Oggi, fortunatamente, con l’impiego di colorazioni innovative prive di ammoniaca e super efficaci anche in dosaggi ridotti, le problematiche derivanti dalla colorazione si sono quasi del tutto esaurite. Ovviamente, come vedremo anche più avanti, è sempre buona prassi consultare il medico quando si tratta di colorare i capelli in gravidanza, o effettuare una consulenza quando i capelli risultano sciupati, secchi e sfibrati, soprattutto per capire quale possa essere il percorso più adatto a rinvigorire la chioma e portarla dolcemente, step dopo step, alla colorazione desiderata.

Tingere i capelli con metodi naturali: dall’henné alla Nutella

Le più scettiche e amanti dei prodotti naturali potranno, invece, optare per procedimenti che impiegano l’henne, da mescolare all’Indigo, alla Cassia o ad una vasta varietà di altre erbe tintorie che permetteranno di sperimentare innumerevoli gradazioni di colore.
Non solo: questi prodotti naturali risultano addirittura curativi e rinforzanti, particolarmente adatti per capelli o cute sensibili, non penetrando all’interno del capello, a differenza degli agenti chimici, ma anzi avvolgendolo, inspessendolo e rendendolo più brillante e dall’aspetto sano.
Una bizzarra soluzione per le più creative, ci viene proposta direttamente dal web, dove impazza ultimamente la golosissima tecnica di colorazione per capelli realizzata con la Nutella!
Cacao e nocciole prendono il posto dei composti chimici e dei più classici rimedi naturali…
D’altronde non è certo un segreto che questi due elementi conferiscano alla chioma brillantezza e salute, favorendone la crescita.
Unica pecca? La tenuta: pare, infatti, che lo shampoo lavi via la tonalità molto più in fretta di quanto saremmo in grado di ripulire un barattolo dell’amata crema.
È il caso di dirlo: capelli e Nutella, la colorazione dei campioni!

Si possono tingere i capelli durante gravidanza e allattamento?

La titubanza in fatto di colore si accentua a maggior ragione in caso di gravidanza: per quanto i nove mesi della gestazione siano un vero e proprio toccasana per la chioma, grazie all’aumento degli ormoni, questo non rende indenni dal tratto bianco della ricrescita.
Nonostante non vi siano studi che condannino effetti negativi della colorazione e i prodotti siano indubbiamente meno aggressivi di quelli utilizzati fino a qualche anno fa, essendo lo strato più esterno della pelle in vivacissima attività metabolica, è consigliabile ricorrervi solo dopo il terzo mese.
Sono assolutamente bandite tutte le sostanze irritanti, che potrebbero dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione della pelle (o ancora peggio a sfoghi cutanei e irritazioni) e, quindi, a conseguenti cure che è sempre bene evitare nei delicati mesi della gravidanza.
Anche per questo motivo è bene affidarsi, anche durante l’allattamento, alla professionalità di un medico prima e di un parrucchiere di fiducia dopo, non cedendo alla tentazione di sistemare i capelli a casa, correndo il rischio di non essere adeguatamente accurati nella scelta dei prodotti.
Via libera ai rimedi naturali, che non costituiscono in nessun modo un rischio per la salute di mamma e bambino.

Non ti resta che osare

Infine, per rispondere all’interrogativo iniziale, quando colorare i capelli, non ha a che fare solo con le tendenze del momento, con la tecnica utilizzata, o con la benedizione del calendario lunare.

Colorare i capelli ha a che fare con l’importanza che i capelli ricoprono per l’intera immagine della propria persona.

Un passaggio così significativo non va quindi preso alla leggera perché, parafrasando le parole di Coco Chanel, che di stile e di immagine ne capiva, “una donna che si tinge i capelli è in procinto di cambiare la propria vita”.
O, quanto meno, di darle una gradazione nuova.

Noi, come sempre, vi aspettiamo nei nostri saloni per trovare il colore che possa accompagnarvi nelle vostre giornate e far splendere ancora di più la vostra bellezza.

Commenti

commenti