La piega per i capelli mossi

I vostri capelli non sono né lisci, né ricci? Volete movimentare il vostro look?
Vi serve una piega per i capelli mossi!
Come “Perché”?
Perché i capelli mossi si stanno facendo strada tra i look più di tendenza sulle passerelle dell’alta moda e tra le celebrità e, potete starne certe, nei prossimi mesi saranno sempre più glam!

I metodi sono diversi e tutti molto semplici, alcuni sono addirittura bizzarri, ma in grado di farvi ottenere dei capelli mossi fantastici e molto naturali.

Preparare i capelli ad una piega mossa

Il capello mosso ha bisogno di una particolare attenzione, a partire dai prodotti usati per trattarlo: non devono essere liscianti, per non smorzarne la vivacità, ma neanche troppo aggressivi, per scongiurare l’effetto crespo sempre in agguato.

In questo caso uno shampoo volumizzante vi aiuterà a sorreggere la leggerezza della vostra chioma.

Non utilizzate mai una quantità eccessiva di prodotto al momento del lavaggio e curatevi di sciacquare abbondantemente i capelli.

Applicate una mousse solo sulle punte e sulle medie lunghezze, per non appesantire la massa o farla apparire “sporca” e grassa.

State sempre attente a non riscaldare la piastra oltre i 180°, perché rischiereste di rovinare la guaina protettiva dei capelli, bruciandoli e sfibrandoli e ricordate di utilizzare un prodotto termo protettore, che farà scivolare ancora meglio la piastra per tutte le lunghezze e lascerà i vostri capelli mossi lucenti.

Infine, fermatevi sempre a distanza di sicurezza dal cuoio capelluto, perché, se vi avvicinerete troppo, rischierete di bruciarvi… Anche se, diciamocelo, capita a tutte almeno una volta!

La piega per i capelli mossi corti

Chi ha i capelli corti potrà creare una piega mossa grazie ad un ferro più stretto o a dei bigodini a sezione più piccola. Bisognerà puntare tutto sul volume, creando una leggera cotonatura che movimenti il capo.

Un piccolo trucco, in questo caso, è quello di dare carattere alla sezione anteriore, lavorandola come se fosse una cresta, magari con della cera, per dare carattere al tutto.

La piega per capelli mossi lunghi con la piastra

La piastra rappresenta uno dei metodi classici per creare una piega per capelli mossi lunghi in stile beach waves, le più desiderate dalle donne, anche perché sfoggiate sulle passerelle dalle modelle e delle celebs.

Innanzitutto, assicuratevi che i capelli siano perfettamente asciutti, poi accertatevi di eliminare tutti i nodi e dividete la chioma in ciocche omogenee, della stessa grandezza.
Se gradite un effetto anni ’70, lasciate che siano sezioni corpose.
Per sentirvi bellissime, vi basterà arrotolare una ciocca alla volta attorno al ferro, partendo dalle punte per risalire fino alle radici.  Se volete ottenere un risultato naturalissimo, vi consigliamo l’utilizzo di una piastra a cono.

Lasciate che la piastra faccia il suo lavoro per non più di qualche secondo e semplicemente srotolare la ciocca sfilando via l’attrezzo da lavoro.
Ripetete questa procedura con la ciocca successiva e così per tutta la chioma.
Per ottenere onde più naturali e meno “ferme”, potete fissare la piastra poco sotto le radici (o comunque all’altezza da cui volete far partire il mosso), tenendola saldamente in mano, girare il polso verso l’esterno e poi lasciar scivolare l’attrezzo per tutta la lunghezza, un po’ come quando tirate con la forbice il nastro per impacchettare un regalo.

Uno spray salino vi assicurerà l’effetto Beach Waves.

Piega per capelli mossi con il metodo del calzino

Sì, avete capito bene: potete creare una splendida piega per i capelli mossi armandovi di… Un calzino!

Quindi correte a recuperare uno dei calzini spaiati che avete di sicuro conservato nella speranza che un giorno il compagno potesse tornare magicamente nel cassetto, e preparatevi a trasformarlo in un alleato per le vostre onde.

Tutto ciò che vi serve, oltre ad un calzino in cotone elasticizzato, è uno spruzzatore pieno di acqua, della schiuma per capelli e un elastico per capelli.
Per prima cosa, tagliate la punta del calzino, ottenendo una specie di morbido tubo di cotone.

A questo punto raccogliete i capelli in una coda più alta possibile, che vi permetta di passarvi la notte senza fastidi, inumiditeli e applicate della schiuma per prolungare la durata dei boccoli.

Arrotolate il calzino su se stesso per tutta la sua lunghezza, fino a renderlo un anello morbido e inseritevi la coda.

A questo punto fissate la punta dei capelli e fate girare su se stesso il calzino, che porterà con sé la massa dei vostri capelli, fino a formare un cipollotto simile a un classico “bun” sulla sommità della vostra testa.

Potrete finalmente andare a dormire, sicure che, vostro risveglio, non vi resterà da fare altro che srotolare con delicatezza il tutto, togliere anche l’elastico che fermava la coda e movimentare i capelli sciogliendo le onde con le mani donando la forma che preferite.

Creare una piega per capelli mossi con spazzola e phon 

Se volete utilizzare spazzola e phon, la procedura è molto semplice, anche se necessita di alcuni accorgimenti precisi: innanzitutto, applicate una mousse volumizzante sulla massa, per permettere alle vostre onde di durare più a lungo.

Poi, arrotolate una ciocca per volta attorno alla spazzola a rullo e asciugatela con il getto d’aria del phon puntato direttamente sul ciuffo.

Una volta che sarà asciutto, srotolate la spazzola e fermate la ciocca con una molletta, da tenere in posa per almeno dieci minuti, fino a che non si sarà raffreddata e riuscirà a mantenere meglio l’arricciatura.

Quando avrete terminato l’asciugatura di tutta la chioma, potrete rimuovere le mollette e “pettinare” i capelli con le dita, delicatamente, per togliere l’effetto artificiale e donare una definita naturalezza al vostro look.

Un velo di lacca a tenuta leggera sigillerà la vostra piega!

Piega per capelli mossi senza spazzola

Non amate la spazzola ma volete lo stesso una piega per i capelli mossi perfetta?
Animare i vostri capelli è comunque abbastanza semplice, ma il risultato potrebbe variare a seconda che essi, di natura, siano lisci o già mossi.

Una volta terminato il lavaggio, tamponateli con un asciugamano in microfibra, per eliminare l’acqua in eccesso, pettinateli con un pettine a denti larghi, che li liberi dai nodi ma ne mantenga la vivacità delle onde.

Applicate, a testa in giù, della schiuma per capelli mossi o volumizzante, partendo dalle radici verso le punte: in questo modo vi garantirete la morbidezza dei vostri capelli e la durata dei boccoli che intendete creare.

Durante questo passaggio, abbiate cura di raccogliere e stringere le ciocche nei palmi delle mani per agevolare la formazione delle onde.
Ripetete questo movimento anche mentre asciugate i capelli.

Per l’asciugatura, utilizzate il diffusore o, se non lo avete, regolate il phon alla velocità media.

Creare una piega per capelli mossi con le trecce

Metodo tra i più tradizionali, consiste nel raccogliere i capelli appena lavati e asciugati in una, due o più trecce e… passarci la notte!

Se siete abbastanza abili, le trecce alla francese, che appaiono attaccate alla testa, sono quelle più adatte per ottenere delle onde da ninfa.

Al vostro risveglio, una volta sciolte le trecce, vi troverete davanti una chioma più o meno mossa, o addirittura riccia, quanto più saranno sottili le ciocche che avrete acconciato: è possibile, con delle trecce sottilissime, ricreare addirittura un effetto frisée, in pieno stile anni ’90!

Come di consueto, ricordate di pettinate i capelli a testa in giù con le dita, per volumizzare a vostro piacimento la chioma e, per usare una particolare attenzione, scegliete degli elastici di spugna e non di gomma, per evitare di spezzare le punte.

Creare una piega per capelli mossi con la fascia

Un altro trucco tutto fai-da-te è quello che prevede l’impiego della fascia, accessorio comodo e molto comune per tenere a bada i capelli.

Innanzitutto, la chioma, lavata e asciugata con il diffusore, va divisa in due grosse sezioni, mediante una riga centrale.

Successivamente, indossata la fascia come se fosse un cappello (e quindi senza farla passare sotto i capelli per poggiare sul collo, sotto la nuca), dovrete prendere via via tutte le ciocche che escono da sotto la fascia, scegliendole della grandezza che preferite, e guidarle a fare diversi giri dell’elastico, arrotolandole per tutta la lunghezza dei capelli.

Ripetere l’operazione fino a esaurire la prima sezione e ricominciare con l’altra.

Anche in questo caso, i tempi di realizzazione sono piuttosto lunghi, in quanto, una volta “impacchettata” la testa, dovrete lasciar passare l’intera notte prima gioire dei risultati. Al mattino, però, potete essere certe di scoprire una chioma morbida e vaporosa. Per non appesantirla, invece dell’olio, usate una piccola quantità di crema idratante per capelli.

Ovviamente se non disponete di una fascia per capelli, potete optare per una bandana, al posto della tradizionale fascia, ancora più semplice da togliere al mattino, in quanto basterà sciogliere il nodo con cui l’avrete fermata.

Creare una piega per capelli mossi con i bigodini

Non può mancare, nell’elenco dei metodi per ottenere dei fantastici capelli mossi, la piega con i bigodini.

Usati da sempre e in diverse misure e materiali, potete scegliere, ad esempio, quelli di gommapiuma, che avendo un’anima di fil di ferro, sono pieghevoli e morbidi, quindi non risulteranno scomodi qualora vogliate tenerli in posa tutta la notte.

Avvolgete le ciocche, più o meno spesse, a seconda dell’effetto che volete ottenere (con ciocche più spesse avrete un mosso più morbido), partendo dalla sommità del capo, per “costruire” un movimento più ordinato e fissate ogni bigodino con una molletta.

Vi servirà quasi un’oretta di asciugatura per raggiungere il cuore di ogni gomitolo. Una volta terminato questo passaggio, lasciate che i capelli si raffreddino per una decina di minuti e controllate che siano asciutti.

Qualora li sentiate ancora umidi, riprendere con l’asciugatura, interrompendola per cinque minuti ogni quindici.
Alla fine vi basterà srotolare i bigodini, muovere un po’ i capelli con le mani, applicare un po’ di schiuma sulle lunghezze… Et voilà!

La piega mossa 2017: le flat waves Compagina della Bellezza

Se avete capelli lisci o mossi, di una lunghezza media o addirittura lunghi XXL, nulla è più attuale delle flat waves, capaci di rinnovare il taglio e donare una nuova impronta a bob e long bob!
A differenza delle classiche onde, fintamente casuali e volutamente piene di volume, le flat waves sono più discrete, lineari e definite, prive della pienezza delle beach waves e decisamente più ordinate.

Volete sapere come averle e fare un figurone la prossima volta che avrete bisogno di un look esclusivo?
Vi basterà semplicemente fare un salto nel vostro salone Compagnia della Bellezza!

 

Commenti

commenti