Eliminare i nodi ai capelli

Eliminare i nodi ai capelli è un problema fastidioso che però può essere risolto inserendo alcuni semplici accorgimenti nella vostra beauty routine.
Scopriamo insieme come combattere questa seccatura ed avere dei capelli più sani!

Perché si formano i nodi ai capelli?

Spiegare perché si formano i nodi ai capelli non è mai semplice perché le cause dei nodi possono dipendere da diversi fattori collegati, ad esempio, ad abitudini sbagliate, alla salute dei vostri capelli o, semplicemente, ad agenti esterni quali vento, umidità e salsedine.

Senza dubbio un capello rovinato sarà soggetto maggiormente a questi inconveniente, perché il suo fusto aperto avrà la tendenza ad arrotolarsi con gli altri.

Frizionare con troppa forza i capelli con l’asciugamano, trascurare il momento importantissimo della spazzolatura, legarli in modo sbagliato o, ancora, non utilizzare dei prodotti specifici, come il balsamo, al momento del lavaggio può provocare la comparsa di questi grovigli che, oltre a essere antiestetici, possono danneggiare i vostri capelli.

Ma se il danno è fatto, non allarmatevi: affrontate questo inconveniente serenamente, sicure di poterlo risolvere senza aggravare ulteriormente la situazione.

Prevenire la formazione dei nodi ai capelli con metodi naturali

Eliminare i nodi dai capelli può essere doloroso e, proprio per questo, bisogna procedere con particolare delicatezza per non spezzarli. In vostro aiuto giungono prodotti specifici a partire dal semplice balsamo, fino a maschere o impacchi, affiancati, nella loro azione districante, al pettine di legno a denti larghi e alla spazzola piatta a setole fitte.

Ecco come risolvere eventuali disastri!

È consigliabile districare i nodi durante il lavaggio, ma potete iniziare ad agire già prima, quando i vostri capelli sono asciutti, utilizzando lo strumento più naturale che avete a disposizione: le vostre mani!

Molto probabilmente, non sarà sufficiente questa prima fase: se preferite, però, potete aiutarvi in questa operazione applicando dell’olio di cocco, che è un lubrificante naturale, direttamente sul nodo e lavorandolo con le dita. In alternativa, potete optare per l’olio d’oliva o di argan, oppure per uno spray districante.
La durata del trattamento con l’olio deve durare almeno trenta minuti, fino a due ore.

Le cause dei nodi ai capelli sono, però, da ricercare anche più in profondità, perché alcuni fattori riguardanti la salute della vostra chioma possono essere determinanti nella formazione di questi inconvenienti tanto odiati.
È certo che un capello idratato e in salute, tendenzialmente, non tenderà a formare nodi o doppie punte, al contrario di un capello secco e crespo.
Utilizzare delle maschere per capelli secchi o trattamenti a base di cheratina è certamente un rimedio capace di nutrire la fibra nel profondo.

Evitare la formazione di nodi ai capelli

Giunte al momento dell’asciugatura, ricordate poche e semplici norme sempre valide.

Prima tra tutte, tamponate i capelli con un telo, possibilmente in microfibra, senza sfregarli per non favorire la formazione dei nodi. Successivamente, avvolgete la vostra chioma in un asciugamano asciutto, in grado di assorbire l’acqua e l’umidità.

Per concludere al meglio il trattamento, potete ricorrere ad un prodotto anticrespo o a base di semi di lino.

Ricordate quando possibile di lasciare asciugare la vostra chioma al naturale: non potendolo farlo tutto l’anno, fate attenzione a regolare il phon a temperatura e velocità minima, mantenendolo a una distanza di almeno quindici centimetri dai capelli e procedendo ad asciugare una ciocca per volta, dividendo la chioma per sezioni.
Il getto d’aria deve essere rivolto dall’alto verso il basso, per non arruffare la massa.

Se avete capelli lunghi, ricordate di usare una spazzola tonda, la più adatta nel vostro caso.
Il momento della spazzolatura, inoltre, è fondamentale anche per eliminare le impurità dei capelli e, se dedicherete questa coccola ai vostri capelli al mattino e alla sera, li preserverete non solo dalla formazione dei nodi ma anche da altri piccoli inconvenienti estetici.

Come districare i nodi ai capelli

Al momento del lavaggio, una volta applicato lo shampoo, massaggiate bene cute e capelli, partendo dalle radici, per scendere fino alle punte.

Dopo un ricco risciacquo, applicate un balsamo e tenetelo in posa per qualche minuto.
Prima di risciacquare i vostri capelli, passate il pettine a denti larghi risalendo, via via, dalle punte verso le radici ed eliminate ogni eventuale nodo residuo: procedendo in questo verso, eviterete di far scendere i nodi presenti nella parte alta della lunghezza verso quelli che ingabbiano le punte e creare dei gomitoli davvero irrisolvibili.

Se vi rendete conto che non riuscite a sbrogliare un nodo, quindi, non incaponitevi e passate a quello successivo, avendo sempre l’accortezza di tenere in mano le singole ciocche per evitare di tirare le radici e farvi male. Agite prima sulla parte inferiore del nodo, per poi risalire verso il suo centro, man mano che lo avrete sciolto.

Una maschera districante può ottimizzare gli effetti dell’applicazione del balsamo: anch’essa va lasciata in posa per qualche minuto, seguita dalla spazzolatura con una spazzola a setole fitte, impugnando la spazzola dalla parte larga e non dal manico, per riuscire a maneggiarla con più controllo.

Fate attenzione: se volete utilizzare un prodotto per capelli grassi, ricordate di applicarlo solo quando non saranno più presenti nodi o farete un vero e proprio pasticcio.

Consigli finali per sopravvivere ai nodi ai capelli

Persino semplici gesti, anche involontari o inconsapevoli, possono contribuire alla formazione di nodi tra i capelli: basti pensare al naturale sfregamento dei capelli sui vestiti o a come questa possa ingarbugliarsi, di notte, al contatto con il cuscino o le lenzuola. È buona norma, nel caso vi accorgiate della tendenza a incorrere in questi piccoli incidenti quotidiani, acconciare i vostri capelli in una treccia che li mantenga morbidi e setosi o utilizzare una fodera in seta o in raso.

A proposito di acconciature, utilizzate solo elastici in caucciù o in plastica, meglio se di quelli “a spirale”.

È, inoltre, una buona abitudine sottoporre i vostri capelli a una maschera settimanale: la messa in posa varia da prodotto a prodotto e, se volete un risultato ancora più ricco e penetrante potete utilizzarla addirittura per tutta la notte.

Potete proteggere i capelli ed evitare di sporcare la biancheria indossando una cuffia da doccia, sistemata in maniera da farla aderire il più possibile, per accelerare il processo di assorbimento.

Ricordate di pettinarli sempre con spazzole a setole naturali o pettini in legno, perché le fibre sintetiche e la plastica elettrizzano i capelli e li spezzano e di non stressare troppo le vostre chiome effettuando lavaggi troppo frequenti, specie in periodi in cui sono particolarmente esposti a elementi, quali sole, vento, sabbia e sale, colpevoli di aggredirli ogni giorno.

Non dimenticate, poi, di utilizzare buona protezione solare ma, soprattutto, di passare in salone stagionalmente per accorciare le punte e permettere a loro di rinnovarsi in salute e a voi di rinnovarvi in stile!

Commenti

commenti