Compagnia della Bellezza Partner Beauty al 62° Taormina Film Fest

Giorno 1 – Alla scoperta del Taormina Film Festival.

Sabato 11 giugno 2016 è stata una data importantissima per gli amanti del cinema. È stata infatti la data di inizio del Taormina Film Festival che, come ogni anno, si è svolto all’interno della splendida cornice della cittadina siciliana. Nella prima giornata si è respirato un clima di trepidante attesa. Girare per i vicoletti di Taormina, sperare di incontrare i propri idoli e nel frattempo gustare una buonissima granita alle mandorle o un gelato al pistacchio. Questo lo scenario che si è profilato nella mattinata in attesa dell’evento che ha avuto inizio nel primo pomeriggio. La folla si è spostata a Palazzo dei congressi che improvvisamente si è trasformato in un contenitore di arte, cultura e spettacolo.
A presiedere la prima giornata, il presidente onorario del festival, Richard Gere, uno dei volti più amati da tutte le donne. E in effetti, come non rimanere affascinati dalla sua voce calda e sensuale, il suo sguardo magnetico e quel suo modo di porsi calmo e pacato che ipnotizza. Che dir si voglia, è stato e sarà sempre un “American gigolò”.
Non solo cinema, però, in questa prima giornata, ma anche la presenza delle istituzioni: presente Giuliano Poletti, Ministro del lavoro e delle politiche sociali e John Philips, Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia.
Dopo questa parentesi si è subito tornati a puntare gli obbiettivi sulle star. ll pubblico, maschile e non, ha potuto ammirare la bellezza di Bianca Balti esaltata da un hairstyle firmato dal nostro Salvo Filetti, e di Monica Guarritore, la bella “lupa” che ha fatto sognare intere generazione, sorridente e disinvolta, sempre disponibile a prestare il suo volto per un selfie e la sua mano per firmare autografi.
Poteva poi mancare un tocco di allegria in apertura? Il Trio Medusa, amato dal pubblico sin dai tempi delle Iene, è stato infatti presente per aver prestato la voce ai personaggi di Inside Out, il film d’animazione sulle emozioni che ha unito grandi e piccini.
I protagonisti della prima giornata sono stati davvero tanti e tra questi non possiamo non citare anche Daniel Frigo, Alessandro Borghi, Angelo Duro, Francesco Munzi, Claudio Masenza e, insieme a loro, a districarsi tra capelli e acconciature, il team di Compagnia della Bellezza.

Giorno 2 – Il cinema “donna”

Da Susan Sarandon a Jaqueline Bisset per concludere con Stefania Rocca, Sabrina Impacciatore e Violante Placido. I capelli, l’allure impossibile da confondere, il sorriso, tutto di queste donne sprigiona fascino e seduzione. Grandi nomi per una grande giornata prevalentemente femminile.
Trovarsi a Taormina nei giorni del festival significa fare un salto nel mondo del cinema e respirarne la quintessenza. Basta incrociare lo sguardo di Susan Sarandon e Jaqueline Bisset per sentirsi co-protagonisti di un film. Cosa possiamo dirvi di Susan? Alla soglia dei 70 anni, i suoi décolleté farebbero invidia persino ad una ventenne. E se chiedessimo all’attrice qual è il segreto del suo successo lei risponderebbe: «il sesso»! Scandalosa e ironica la bella protagonista di Thelma e Louise, uno dei primi di una serie di successo. Da allora il tempo ha saputo solo migliorarla. E cosa dire invece della magnetica Jaqueline Bisset? Anche per lei il tempo sembra solo aver alimentato la sua bellezza. I suoi occhi non hanno perso il magnetismo di un tempo, la sua allure è sempre elegante, ogni sua parola è accompagnata da una dose incommensurabile di fascino.
Ma la carrellata di bellezza e bravura al femminile non si è esaurita qui. Stefania Rocca, Violante Placido e Sabrina Impacciatore sono i nuovi volti del cinema italiano. Ad occuparsi di curare in maniera magistrale i capelli di Violante, Salvo Filetti: bellissima e valorizzata, proprio come una dea.
Il panorama delle eccellenze è andato avanti con Marco Bellocchio, grande regista di film dal calibro internazionale come Enrico IV, I pugni in tasca e Fai bei sogni, suo ultimo successo. È stato davvero un grande piacere ascoltare la sua “lezione” e percepire l’essenza stessa del cinema.
La seconda giornata del Festival si è infine conclusa con altri importanti nomi: Rebecca Hall, attrice londinese e Dan Caten, protagonisti indiscussi del mondo della moda. Insomma una seconda giornata degna di nota.

Giorno 3 – Il cinema che fa ridere. 

Anche se si vuol ridere, il Taormina Film Festival è il luogo ideale. Basta citare nomi come Jerry Calà, Nini Salerno, Franco Oppini e Umberto Smaila per convincersene subito. Correvano gli anni ‘70. Sovrana incontrastata del cinema italiano era la Commedia all’Italiana , filone cinematografico il cui nome prendeva spunto dal film Divorzio all’italiana del registra Pietro Germi. La caratteristica della Commedia all’italiana era quello di trattare in termini comici, leggeri e scanzonati argomenti drammatici. Un sorriso amaro insomma, carico di umorismo pirandelliano. Esempio ne sono programmi come il Derby Club di Milano o Non stop di Enzo Trapani che rese celebre il gruppo de I Gatti di Vicolo Miracoli composto proprio da Jerry, Umberto, Franco e Nini.

Cambio di marcia della seconda giornata del festival con l’arrivo di Cristina Dell’Anna e Salvatore Esposito, belli e tenebrosi protagonisti della serie Gomorra, i duri del cinema, e la bella Brooke Logan ovvero Katherine Kelly Lang l’attrice statunitense di Beautiful che per tanti anni ha diviso il pubblico italiano. C’è chi l’ha amata e chi l’ha odiata, ma basta soffermarsi a guardare i suoi meravigliosi occhi blu per restare folgorati dalla sua bellezza senza tempo.

Giorno 4 – Buoni e cattivi: i due volti del cinema italiano

Harvey Keitel è stato di certo il protagonista assoluto della quarta giornata del Festival di Taormina. L’abbiamo conosciuto nelle vesti di Mr. Wolf in Pulp Fiction e da allora il suo magnetismo non ci ha più abbandonati. Occhi di ghiaccio e profilo duro, ad Harvey Keital il ruolo del “cattivo” calza a pannello. La vita stessa lo ha plasmato per essere un duro. La sua adolescenza turbolenta culmina con l’arruolamento nei Marines alla sola età di 16 anni con i quali prende parte all’intervento militare americano in Libano. È solo dopo questa esperienza che decide di dedicare la sua vita al teatro e al cinema interpretando per lo più ruoli “spietati”.  Ma una nota di merito va anche ai “buoni” di questa giornata del Festival, come Pappi Corsicato.  Il suo volto è conosciuto poco dal grande pubblico ma la sua attività registica e documentaristica è nota in tutto il mondo.  Basti pensare che i suoi documentari sull’arte contemporanea sono confluiti alla Modern Tate Museum di Londra. Un regista tutto da scoprire insomma.
A tutti gli amanti della musica italiana la quarta giornata del festival ha regalato anche la voce di Noemi. Capelli rossi, occhi blu, sorriso sulle labbra. È così che accoglie i suoi fan.
E che dire delle bellissime Chiara Francini e Nina Senicar rigorosamente pettinati dai nostri hairstylist Compagnia della Bellezza? Insieme a loro Avi Lerner, uno dei più importanti produttori di Hollywood del nostro tempo, e Luca Angeletti, simpatico volto del piccolo e grande schermo.
Conclusione della giornata all’insegna della simpatia e della spontaneità. Il teatro antico è stato la cornice del film Angry Birds, un tuffo nel mondo dei piccoli per riflettere alla maniera dei grandi.

Giorno 5 – Sport e cinema? Due volti della stessa realtà

La quinta giornata del Festival di Taormina ha saputo coniugare arte, cultura e polita in maniera ineccepibile. A chi si chiede che relazione abbia il cinema con lo sport si potrebbe rispondere con una sola parola: emozioni. Lo sport, al pari dei film o della musica, suscita emozioni. Non importa la religione, l’etnia o il ceto sociale: lo sport e i valori che porta con sé sono universali. Ecco perché il Festival questa volta ha deciso di accendere i riflettori su due personaggi dello sport: Marcello Lippi e Aldo Montano.
Divenuto l’allenatore più amato dagli italiani dopo i Mondiali 2006 che videro l’Italia trionfare contro la Francia, Marcello Lippi nel corso della sua carriera da allenatore ha veramente raggiunto i massimi livelli come simbolo di un calcio vigoroso e offensivo. Come pochi è riuscito a miscelare tradizioni e innovazione tra vecchio gioco all’italiana e innovazione dell’epoca sacchiana. Ma non è solo il calcio ad emozionare. Anche la scherma è uno sport che negli ultimi anni ha attirato sempre più seguito. Nel corso di questo festival a rappresentarlo è stato lo spadaccino più bello d’Italia, Aldo Montano. La sua carriera sportiva è un percorso tracciato. Aldo Montano appartiene ad una famiglia di schermidori da generazioni. Un successo annunciato dalle stelle insomma. Vince la medaglia d’ore nel torneo di sciabola individuale alle Olimpiadi di Atene 2004. Nella stessa Olimpiade riesce a vincere l’argento nel torneo a squadre con Giampiero Pastore e Luigi Tarantino. Insomma è bello, è bravo cosa aspettiamo a conoscerlo.
Ma anche in questa giornata non è mancato il cinema. Tra gli ospiti Marina Cicogna attrice e produttrice, Maria Grazia Cucinotta, sempre orgogliosa di calcare i palcoscenici della sua isola e gentile ospite di una nostra intervista, Ray Winstone, il bel moro Fabrizio Gifuni ed Enrico Brignano, che con la sua simpatia e ilarità è riuscito come sempre a conquistare proprio tutti.
Presenti anche Thierry Frémaux, Sergio La Motta, Vincenzo Ferrara e Pecoraro Scanio, tutti accomunati dalla passione per la settima arte. E del resto come non amare il cinema e soprattutto il festival di Taormina con le sue luci, il mare e una splendida luna piena che ha adornato il meraviglioso Teatro Antico?! Giornata chiusa in bellezza con la proiezione del film C’è sempre un perché la cui protagonista non poteva che essere proprio la straordinaria Maria Grazia Cucinotta.

Giorno 6 – Natural Born Killer o Jeeg Robot?

Il cinema può essere divertire o spaventare, due emozioni che nella sesta giornata del festival hanno rivissuto all’unisono per poi essere stemperati dai piacevolissimi intermezzi musicali di Rocco Hunt, vincitore del Festival di Sanremo nel 2014 nella sezione nuove proposte col singolo Nu jornu bonu, oggi  uno dei rapper più amati dal pubblico italiano, forse per il suo essere Poeta urbano come si definisce nel suo album omonimo prodotto dalla casa discografica Sony Music,  e Briga, il ragazzo dagli occhi di ghiaccio protagonista dell’edizione di Amici 2014/2015.
Ma facciamo un passo indietro; come dicevamo, Il cinema può emozionare, commuovere ma anche “spaventare”. Quante volte abbiamo chiuso gli occhi davanti a scene di estrema violenza? Oppure abbiamo ostentano coraggio mostrandoci forti? Due razioni ben note al pubblico di Natural Born Killer, film del 1994 diretto da Oliver Stone, presente alla 62° versione del Festival di Taormina. Originariamente la sceneggiature del film era stata scritta da Quentin Tarantino il quale poi si dissociò dalla realizzazione del film sostenendo che Stone l’avesse snaturato dalle sue intenzioni. Il film andò incontro a numerose critiche a causa del contenuto di violenza esplicita e di un montaggio quasi schizofrenico giustificato da Stone come un libero sfogo della creatività. Oggi però, Stone, è certamente considerato un grande produttore “sperimentale”.
Sul versante opposto si colloca il film Lo chiamavano Jeeg Robot diretto e prodotto da Gabriele Mainetti. Il film è un omaggio alla serie manga Jeeg robot d’acciaio di Go Nagai, dalla quale riprende alcune tematiche: il titolo, infatti è un inside joke basato sul fatto che uno dei personaggi principali crede che Hiroshi Shiba, eroe della serie, esista nel mondo reale identificandolo con Enzo, il protagonista, interpretato in questo film dal bellissimo Claudio Santamaria. Avete capito bene, il bello e tenebroso attore dal cuore tenero si cimenta nel film più amato da grandi e piccoli. Il film si è rivelato subito campione d’incassi. Che sia stata la presenza di Claudio Santamaria ad aver contribuito a tale successo?La sesta giornata del festival di Taormina non poteva non concludersi senza la comicità di Panariello, divertente e a tratti pungente e con al proiezione del film Mother’day di Garry Marshall, conosciuto per le commedie Pretty Woman e Se scappi, ti sposo.

Giorno 7 – Ironia e musica. Il festival di Taormina è anche questo.

Cinema all’insegnia dell’ironia, ma d’altronde, cosa sarebbe la vita senza ironia? È stato questo il filo conduttore della penultima serata del Taormina film festival che ha regalato le battute ironiche di Geppi Gucciari, Nicolas Vaporidis e Giuseppe Battiston, loro che dell’ironia ne hanno fatto anche un lavoro. Come non ridere di fronte alle battute di Geppi, lei che ha saputo coniugare semplicità, spontaneità e professionalità in ogni suo lavoro. Il cinema l’ha vista attrice in film come Grande, grosso e… Verdone, Una donna per amica di Giovanni Veronesi e Un fidanzato per mia moglie di Davide Marengo, ma è di certo in tv che è riuscita e riesce a dare il meglio di sé. Basti pensare alle sue prestazioni in Zelig off e Zelig Circus, in Victor Victoria e alle Iene. Le sue battute divertono e non risparmiano proprio nessuno. E che dire del grande e buono Giuseppe Battiston. Il suo volto dolce e la sua voce calda hanno conquistato il pubblico nel 2000 col film Pane e tulipani di Soldini grazie al quale vinse il David di Donatello e il Ciak d’oro come attore non protagonista. La sua simpatia non tarda a manifestarsi nemmeno nel film Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese in cui interpreta il ruolo di un gay alle prese con la difficoltà di fare coming out, un ruolo che gli è valso il Nastro d’argento speciale.
Infine nel panorama della comicità della penultima giornata di Festival non possiamo dimenticare Nicolas Vaporidis. Quel volto tenero e ingenuo di un diciottenne alle prese con gli esami di maturità nel film Notte prima degli esami è rimasto impresso negli occhi degli italiani che lo hanno amato subito. Ma di certo la carriera di Nicolas non si esaurisce con quel film. La comicità, a volte velata dall’ironia, gli appartiene e questo gli ha permesso di raggiungere eccellenti risultati anche in altri film come Femmine contro maschi di Riccardo Brizzi o Come tu mi vuoi.
A completare il panorama di questa penultima serata non potevano mancare di certo i belli dello schermo, Iain Glen e Jeremy Renner, anche lui con un hairstyle rigorosamente curato dai parrucchieri Compagnia della Bellezza,  e la voce graffiante e forte di Mario Biondi che ha fatto tuonare il Teatro Antico di Taormina.

Sabato 18  – Taormina Film Festival: si conclude alla grande.

Il mondo del cinema, del teatro e della musica ha coronato l’ultima serata del Taormina Film Festival. Tanti big per far sognare tutti, uomini e donne, grandi e piccini.
Ambra Angiolini: una vita in tv, da Venezia a Taormina.  Spontanea, simpatica, divertente, sembra ancora quella ragazzina che gli italiani hanno imparato ad amare nei pomeriggi di Non è la Rai. E da allora Ambra di strada ne ha fatta. Cantante, conduttrice televisiva e radiofonica, attrice di teatro, Ambra Angiolini ha un curriculum davvero vasto e di tutto rispetto. Ma ciò che le ha fatto guadagnare l’ammirazione del grande pubblico è stato di certo il suo esordio nel mondo del cinema dove ha dimostrato grande bravura e sagacia. Tutto inizia con il film Saturno Contro di Ferzan Ozpetek grazie al quale vince diversi premi come il David di Donatello e il Nastro d’Argento come migliore attrice non protagonista oltre al Globo d’oro e al Ciak d’Oro come rivelazione dell’anno. Nel 2011 ha recitato nel film di Ficarra e Picone Anche se è amore non si vede. Nello stesso anno ha iniziato le riprese del film Immaturi di Paolo Genovese… Insomma, una carriera varia e variopinta, che le hanno assicurato un posto in prima fila tra gli ospiti di questo festival del cinema siciliano. Ad animare l’ultima giornata del festival anche la bella presenza maschile di Alessandro Preziosi. Dopo aver lavorato in televisione nella soap opera di canale 5 Vivere, e nella miniserie tv Una donna per amico, diventa celebre con Elisa di Rivombrosa: il bel Fabrizio, irruento dal cuore tenero, conquista proprio tutti, anche la protagonista, Vittoria Puccini, che diventa sua compagna di vita per alcuni anni. Ma la sua carriera ovviamente non si esaurisce qui e lo vediamo sempre impegnato tra cinema e teatro, proprio come in questi giorni nella suggestiva cornice del Teatro Antico di Taormina.
Ma le sorprese non finiscono qui. Per farci sognare Anna Galiena, Matilda De Angelis e Rocio Munoz Morales; per farci sorridere Marco Giallini, Fabio De Luigi (simpaticissimo con i nostri hairstyle durante la preparazione del suo hairstyle), Filippo Nigro, Emilio Solfrizzi e Fabio Troiano, i cui film fanno sempre divertire e riflettere.
A concludere l’evento non poteva di certo mancare un omaggio musicale. E chi meglio di Miguel Bosè poteva svolgere questo compito. Attore, compositore, cantante ed ex ballerino, Miguel Bosè nella sua vita ha fatto veramente di tutto. Un artista poliedrico dal calibro internazionale.
In Italia diventa famoso negli anni ’60 ma nei paesi di lingua spagnola è già una celebrità sin dalle sue prime apparizioni in pubblico. E in effetti la strada di Miguel Bosè sembra già segnata se si pensa che venne tenuto a battesimo da Luchino Visconti e circondato da illustri come Picasso ed Hemingway che lo hanno profondamente influenzato a livello artistico e personale.
In tutta la sua carriera ha inciso circa una ventina di album vendendo 10 milioni di dischi in tutto il mondo. Il motivo del suo successo? La sua musica è intensa. Come una freccia arriva dritta al cuore facendolo vibrare di emozioni. Basta sentire il suo più grande successo Se tu non torni per capire quanta carica vitale e passionale Miguel Bosé trasferisce in ciò che scrive e canta.

I parrucchieri Compagnia della Bellezza al Taormina Film Fest e tutte le star pettinate e acconciate.

Questo Taormina Film Fest ci ha regalato delle emozioni fantastiche. È stato incredibile vedere alcuni dei più importanti personaggi del mondo dello spettacolo nazionale e internazionale non solo sul palco, ma spesso a pochi centimetri da noi, nei backstage Compagnia della Bellezza o nelle loro camere d’albergo, pronti a rinnovare il loro look grazie alle sapienti mani dei nostri parrucchieri.
Vi lasciamo con la lista delle celebrity e di tutti i volti che hanno scelto di affidarsi a noi, ma ringraziamo anche tutte le innumerevoli giornaliste, blogger e non solo… Insomma, tutte le Donne che sono venute a trovarci nei backestage di questo entusiasmante festival in cerca di Bellezza!

Per le sofisticate e ricercate bellezze di Ambra Angiolini, Violante Placido e Bianca Balti:
Salvo Filetti – Hair Designer – Compagnia della Bellezza 

Per il fascino di Nina Senicar:
Francesco Falcometà, Siderno

Ad esaltare lo splendore di Rocio Munoz Morales e la simpatia di Geppi Cucciari:
Angelo Tempesta, Latina

Per uno dei più amati astri nascenti del cinema Italiano, Matilda De Angelis:
Ernesto Biagetti, Roma

Per la celebre attrice italiana di cinema e teatro, Anna Galiena:
Teresa Miceli, Palermo

Per Aleyandra Silva, splendida moglie di Richard Gere:
Anna Cegliese, Napoli

Per la sensuale bellezza di Sbrina Impacciatore:
Maria Melilli, Pachino

Ad esaltare l’intramontabile bellezza di Susan Sarandon:
Sara Di Giuseppe, Genova

Per lo styling impeccabile di Stefania Rocca:
Alfio Reitano, Giarre

Hanno lavorato all’immagine delle modelle del festival, portando ogni sera sul palco lo stile made in Italy firmato Compagnia della Bellezza:
Giovanni Sfalanga, Caltanissetta
Aldo Ferrante,   Canicattì
Sara Maugeri,  Piedimonte Etneo
Carmelo Signorello,  Belpasso
Maria Battiato , Biancavilla
Grazia Giunta, Donnalucata
Franco Iemma, Siderno
Salvo D’amico, Catania
Roberto Grasso, Catania
Mirella Saracini, Castelfidardo
Veronica Camilloni, Gubbio
Solfanelli Maria Rita, Porto Sant’Elpidio
Letizia Segatori, Viterbo
Damiano Gentile, Messina

Ha lavorato all’immagine di Tiziana Rocca (management Taormina Film Fest) regalandole un look impeccabile durante il corso della manifestazione:
Grazia Caporale, Aci Trezza


Si sono occupati del look di Harvey Keitel, Jeremy Renner e Fabio De Luigi,  delle celebrity maschili del festival che hanno scelto di affidarsi alle mani dei parrucchieri Compagnia della Bellezza: 
Renato Corvino,  Napoli
Sandro Colazzo, Cursi
Franco Iemma, Bovalino

Per le modelle Julie De Bona e Serena Rossi, nuovi visi di Baume & Mercier:
Francesco Zerbi, Polistena
Rotilio Giuseppe, Reggio Calabria

Per l’attrice americana Kathryn Hahn:
Roberto Napoli, Acireale
Rossella Semeraro, Martina Franca

Per la sempre splendida attrice internazionale Katherine Kally Lang:
Gianluca Martano, Napoli

Per i protagonisti di Gomorra, Salvatore Esposito e Cristina Dell’Anna:
Agostino Corbelli, Caserta
Luigi Sforza,

Hanno assistito Salvo Filetti nella realizzazione delle acconciature di Bianca Balti, Violante Placido e Ambra Angiolini:
Antonella Aleo, Caltagirone
Roberta Artioli, Como

Per gli impeccabili hairstyle Compagnia della Bellezza di tutte le blogger, le giornaliste, le modelle e di tutto l’entourage del festival:
Rosalba Raiola, Genova
Assunta Lignelli, Firenze
Massimo Esposito, Saronno
Daniela Stabili, Bologna
Antonio Cofone , Cosenza
Francesco Oliva (Vincenzo Sarracino), Napoli
Carmen Donato, Alessandria
Regina Pino, Castrovillari
Maria Tavilla, Messina
Amanda Frassica, Messina
Alessandra Catanzaro, Messina
Davide Maugeri, Catania
Madia Barbarito, Fasano
Beppe Grispo, Palermo
Marco Parisi, Palermo
Giuseppe La barbera, Palermo
Lino Ferrante, Palermo

Commenti

commenti